Il regalo più bello di tutti, che nessuno considera


In queste settimane che ci separano da Natale, sto leggendo un libro che da tempo volevo leggere: forte come l'acqua, di Filippo Ongaro. Prima di consigliare la lettura di un libro attendo sempre di averlo concluso, quindi non ve lo voglio consigliare ancora, ma vorrei riportarvi alcune riflessioni che sono scaturite in me dalla lettura di questo libro e che spero possano illuminarvi e farvi riflettere. E infine, vorrei parlarvi di questo regalo che nessuno considera più, di cui parla Ongaro e a cui noi spesso diamo pochissima importanza: la nostra stessa vita.


Nella parte introduttiva Ongaro fornisce una descrizione della società moderna come una società superficiale, in cui la cosa più importante é avere delle belle foto su Instagram e soprattutto avere tantissimi follower. Non negatelo, non è forse quello che desiderate soprattutto se siete giovani? e anche meno giovani. Diamo tantissima importanza alla nostra apparenza e al giudizio degli altri in merito ai nostri vestiti, alla nostra capigliatura, alle nostre scelte.

Però questo comportamento determina un forte senso di frustrazione in noi. Perchè? Che cosa ci manca? Siamo vestiti all'ultima moda, abbiamo l'iPhone di ultima generazione, abbiamo tantissimi follower su Instagram. Cosa stiamo sbagliando?


E' proprio vero che conosciamo di più un influencer su Instagram che noi stessi:

Cosa ci piace? Cosa ci rende davvero felici? Quali sono i nostri valori per cui non siamo disposti a scendere a compromessi?


E' davvero come essere una barca in balia di una tempesta, e questa tempesta è la stessa vita, da cui ci facciamo spingere di qua e di là. Peccato che di vita ce ne venga concessa una e una soltanto.


Questo é il dramma di molti: non avere una direzione e uno scopo e trasformare la nostra vita in un susseguirsi di azioni insoddisfacenti ripetute infinitamente, ogni giorno. E poi affoghiamo questo enorme dramma e peso nelle dipendenze (alcol, droghe, cibo...), per dimenticare anziché agire e approfondire la conoscenza di noi stessi.


Concludo con le parole di Ongaro:


"La vita é un incredibile dono che la natura, contro ogni pronostico, ci ha fatto e come ogni dono andrebbe protetto e onorato come qualcosa di sacro. Non sappiamo quanto lunga sarà la nostra esistenza e quindi dobbiamo viverla appieno ogni giorno, gustando ogni istante come se fosse l'ultimo."

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti