Flessibilità, disciplina e costanza

Aggiornamento: 16 set 2021



Flessibilità, disciplina e costanza sono 3 elementi fondamentali per affrontare al

meglio un percorso alimentare.

In questa guida vedremo insieme come utilizzare queste qualità per raggiungere al

meglio i vostri obiettivi in ambito nutrizionale.


FLESSIBILITA’

Cosa significa essere flessibili quando si segue un programma alimentare e quanto e

come posso esserlo?

Partiamo dal presupposto che seguire una dieta molto privativa, come ad esempio

una dieta priva di carboidrati, inizialmente può sembrare più facile rispetto a una

dieta “normale”, ovvero con una ripartizione equilibrata delle calorie tra carboidrati,

grassi e proteine.

Il problema é che non possiamo seguire una dieta privativa e/o molto restrittiva per

sempre! Prima o poi la abbandoneremo, magari tornando anche ad acquisire il peso

perso con tanta fatica. E questo semplicemente perché dovremo rinunciare a uscire

a mangiare qualcosa insieme ai nostri amici, non possiamo concederci un dolce, o

una birra o un bicchiere di vino. La socialità é importantissima, anche quando si sta

seguendo un programma alimentare!

Quindi che cosa possiamo fare? Essere flessibili!

Cosa significa? Pensare alle calorie della settimana e non alla singola giornata.

Questo significa che é possibile considerare nelle mie calorie della settimana un

pasto libero e continuare comunque a dimagrire! Il nostro organismo non perde

peso in un giorno, ma si basa sul deficit delle calorie che noi creiamo

settimanalmente, meglio ancora mensilmente. Il dimagrimento richiede tempo e il

nostro organismo “ragiona” in cronico, non in acuto facendo riferimento alla singola

giornata. Quindi, una volta definite le calorie settimanali che ci faranno dimagrire,

possiamo programmare un pasto libero e adeguare le calorie della settimana di

conseguenza.

Vi pongo ora una domanda che mi viene fatta di frequente: e se consumo un

alimento non programmato? Per esempio una brioche o un dolce? Come posso

“aggiustare” le calorie?


In questo caso, ovvero se avete consumato un alimento in più rispetto alle vostre

calorie giornaliere, ricordatevi che potete giocare con i carboidrati e i grassi, mentre

lasciate sempre invariate le fonti proteiche.

Quindi, per esempio, potete dimezzare o ridurre la quota di carboidrati complessi a

pranzo o a cena, oppure ridurre il condimento che avete a disposizione nella

giornata. Non andate invece mai a ridurre le calorie derivanti dalle fonti proteiche

della vostra alimentazione, come pesce, uova, carne, albume, yogurt greco,

legumi... Le proteine sono fondamentali per il vostro organismo e non devono

essere ridotte, soprattutto se state cercando di dimagrire. Riducete quindi le calorie

derivanti da cibi amidacei (com pasta e pane) o zuccherini (come la frutta) oppure i

grassi (come olio, frutta secca oleosa...).


DISCIPLINA

Al contrario della flessibilità, spesso durante un percorso alimentare é richiesta

molta disciplina.

Questo significa che sì, dobbiamo essere flessibili per consentirci di seguire la dieta

il più a lungo possibile al fine di raggiungere il nostro obiettivo, ma non troppo! Non

dobbiamo fare della flessibilità una scusa per mangiare tutto quello che ci passa per

la testa! Spesso dobbiamo fare un passo indietro e IMPARARE A DIRE NO.

Focalizzandoci non sul piacere momentaneo che possiamo ottenere dal cibo, ma

sul nostro fine ultimo: perdere peso, raggiungere il peso corretto per eseguire al

meglio una gara, stare meglio e migliorare la nostra salute, migliorare la nostra

performance sportiva... Sono tantissimi gli obiettivi che ci possono spingere a

intraprendere un percorso alimentare, ricordatevene quando dovete dire di no,

ricordatevi dove volete arrivare.

Vi invito a consultare le guide di Fabiola e Federico, per avere maggiori skills dal

punto di vista dell’approccio mentale, che è di vitale importanza per poter imparare

ad essere più disciplinati.


COSTANZA

“La costanza é meglio della perfezione”.

Adoro questa frase! In essa é racchiusa l’essenza stessa di una delle più belle e

importanti qualità che é necessario coltivare nel raggiungimento dei nostri obiettivi.


Dal punto di vista alimentare quello che succede spesso é di abbandonare il

percorso, proprio perché manca questa qualità e non siamo allenati a coltivarla.

Quello che si pensa spesso é questo: se oggi ho una mangiato una brioches allora

tanto vale che oggi mangio quello che voglio, ormai la giornata é da buttare visto

che non sono riuscito a seguire il programma.

Oppure: non riesco a perdere peso, sono in stallo, allora mi abbuffo tanto non

perderò mai peso.

Assolutamente no! E’ qui che ci viene in aiuto la flessibilità, come abbiamo visto

poco fa, ed é qui che entra in gioco il coach: per valutare insieme le difficoltà,

attuare insieme nuove strategie e proseguire nel percorso.

Ricordatevi che non sarà mai possibile seguire un percorso alimentare alla

perfezione! Ci saranno settimane dove non é possibile seguirla al 100% ed essere

precisi al grammo, non importa! L’importante é proseguire e non abbandonare il

percorso, perché sarà quasi unicamente la vostra costanza che vi consentirà di

raggiungere il vostro obiettivo, e non il fare tutto sempre bene e alla perfezione.

Quindi, cercate di rendere la vostra dieta flessibile, soprattutto per affrontare i

momenti dove sarete meno costanti e precisi.

Cercate di essere il più possibile disciplinati e imparate a dire no quando é

necessario.

Cercate di trovare un equilibrio tra queste qualità perché saranno i pilastri del vostro

successo!

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti