Come creare nuove buone abitudini durante la terza ondata di Covid-19



Ebbene sì, siamo tornati in quarantena, chi in zona arancione, chi rossa, e siamo nuovamente confinati in casa (tranne i fortunelli della Sardegna ;)

Come possiamo rendere utile il tempo che passeremo confinati in casa?

Creando nuove utili abitudini, che ci torneranno poi comode, quando la situazione pandemia presto, speriamo, terminerà.


Però, quale nuova abitudine voglio acquisire?

Prima di mettere in pratica i consigli che ti verranno forniti in questa mini guida, devi fermarti a riflettere su quali nuove abitudini vuoi concentrarti e sviluppare. L'obiettivo potrebbe essere anche quello di interrompere delle cattive abitudini. Soffermati a pensare su cosa potresti fare di utile, che possa rendere felice te o le persone che ti stanno attorno.

Potrai decidere di bere di più, fare qualche esercizio sportivo casalingo oppure leggere qualche libro in più ogni mese. L'importante è capire quale abitudine è per te la più valida da acquisire, cosi da essere ben motivato. Non aver preso coscienza e consapevolezza di quanto ti sarà veramente utile, ti farà poi avere dei dubbi successivi, che ti porteranno a mettere in dubbio o ad abbandonare il progetto di acquisizione dell'abitudine scelta.


La regola dei 21 giorni.

Nel 1960 il chirurgo plastico Maxwell Maltz definì la durata di 21 giorni per creare un’abitudine. Non servono mesi, ma appena 3 settimane per sviluppare un comportamento che diventerà abitudinario e quotidiano.

Creare un’abitudine presuppone uno sforzo. Non aspettative che sia una passeggiata o qualcosa di semplice da raggiungere. Richiede che il nostro corpo o i nostri ritmi si adattino alla nuova routine fino a quel momento sconosciuta. Gli elementi necessari per creare un’abitudine sono la costanza e la perseveranza. Saranno proprio queste caratteristiche a contrapporsi alla tentazione di abbandonare l’impresa.

Per questo motivo è particolarmente utile pianificare e organizzare le 3 prossime settimane in modo tale che si riduca al minimo il rischio di perdersi e abbandonare. E' importante inserire nella routine quotidiana l'azione quotidiana che vogliamo automatizzare. Se questa è complessa, possiamo dividere l'acquisizione del comportamento in micro azioni che metteremo in atto durante i primi giorni. Se volessimo leggere 100 pagine al giorno da subito, probabilmente cederemo di fronte alla grande mole di lavoro. Se iniziassimo con 25 pagine e poi salissimo gradualmente, diventerebbe più facile raggiungere il macro obiettivo.

Fondamentale è premiarsi quando si è fatta l'abitudine. Mangiarsi un pezzo di cioccolato, ascoltare una bella canzone o semplicemente complimentarsi con sè stessi è particolarmente utile, perchè lega all'azione abitudinaria, un'emozione positiva, che ci spingerà a ripetere e automatizzare il gesto.



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti