5 strani modi per essere entusiasta

Aggiornamento: 16 set 2021



L’entusiasmo è l’ingrediente essenziale dei nostri successi. In questo articolo ti svelo 5 metodi non convenzionali per fare il pieno di energia e tornare ad essere entusiasta dello studio, del lavoro e della vita.

“Niente di grande fu mai compiuto senza entusiasmo.”

R. W. Emerson.

Conosci l’etimologia della parola entusiasmo? È bellissima…

Entusiasmo deriva dall’accoppiata dei termini greci: en (dentro) e thèos (dio). Essere entusiasta significa letteralmente: avere un dio dentro di sé.


Quando siamo entusiasti della nostra vita, entriamo infatti in uno stato di grazia che contagia tutto e tutti: non c’è ostacolo o persona che possa resisterci. Anche le idee più ambiziose diventano realizzabili, le difficoltà invece di abbatterci ci galvanizzano e un’energia calda e profonda pervade ogni cellula del nostro corpo.

Ma ritrovare l’entusiasmo non sempre è facile.


Come possiamo tornare ad essere entusiasti nel posto di lavoro, all’università, nella nostra vita privata? Come possiamo tornare a sentire quel dio scalpitare dentro di noi?

Ecco 5 consigli pratici e poco ortodossi per riaccendere il fuoco dell’entusiasmo. Seguimi!


1. Fingiti entusiasta

Sì, hai letto bene. Quando non ti senti entusiasta: fingi!

Gli americani direbbero: fake it, ‘till you make it (fingi, finché non ci riesci).

Però devi fingere bene! Provo a spiegarmi…

Esiste un legame profondo e biunivoco tra i nostri stati d’animo e la nostra fisiologia.

Come dimostrato dalla psicologa sociale Amy Cuddy, dell’Università di Harvard, esistono specifiche posture che possono modificare i nostri livelli di testosterone e cortisolo. In altre parole, se modifichiamo il nostro atteggiamento corporeo possiamo modificare il modo in cui ci sentiamo.

Ok, ma come ritrovo l’entusiasmo agendo sulla mia fisiologia?


  • Cambia la tua Postura

  • Inizia a muoverti e usa la gestualità

  • Trasforma il tuo Respiro

  • Espressioni facciali

Replica questi atteggiamenti, fingili quando ti senti giù di tono e osserva cosa accade…


2. Mettici passione (sì, soprattutto in queste cose…)

“Prima di trovare la tua passione, metti passione in tutto ciò che fai.”

Circola tra giovani e meno giovani questa idea malsana che il segreto per avere una scorta illimitata di motivazione e entusiasmo sia quello di trovare lo scopo della propria vita.

Intendiamoci, non è che non bisogna cercarlo o averlo (ne parliamo nel prossimo punto), ma non sta scritto da nessuna parte che non puoi vivere con entusiasmo finché non sarai fulminato dalla tua missione di vita!

Anzi, è vero il contrario.

Se impari a mettere entusiasmo, passione e dedizione in tutto, anche nelle piccole cose e nelle attività ordinarie, è probabile che tu possa trovare il tuo scopo della vita, anche laddove non lo avresti mai cercato.

Prova oggi stesso: invece di affrontare il tuo prossimo compito con insofferenza e superficialità, fallo con un atteggiamento di sincera curiosità, come se lo facessi per la prima volta, fallo con la massima concentrazione, fallo con lo stesso amore che un artigiano mette nel suo lavoro.


3. Attacca queste foto su una parete

Hai mai sentito parlare della “vision board“?

Come detto, non è necessario aver trovato il proprio scopo per vivere con entusiasmo; eppure avere una direzione verso cui tendere, una visione di massima di quello che vogliamo, può essere la chiave di volta per riaccendere l’entusiasmo nella nostra vita.

In questi casi una vision board può esserci estremamente utile.

Una vision board (o dream board) non è altro che un insieme di immagini e parole che rappresentano quello che vuoi…

  • Ottenere.

  • Essere.

  • Provare.

Appena ne avrai la possibilità, ritagliati un’ora tutta per te e inizia a cercare all’interno di riviste o siti online, immagini, citazioni e parole che ti ispirino profondamente e che raffigurino gli obiettivi che vuoi raggiungere, le emozioni che vuoi provare, i mentori che vuoi emulare, la persona che vuoi diventare.

Stampa o ritaglia queste figure, o utilizza strumenti come pinterest pre creare la tua "playlist" personale di foto che tirano fuori il meglio di te, ogni mattina appena sveglio e ogni sera prima di andare a dormire fai su pinterest o apri il cassetto e guarda dove puoi arrivare.

A proposito: se sei in cerca di immagini che ti ispirino, ne abbiamo a centinaia sul profilo Instagram di CircleNet.


4. Datti un obiettivo (qualsiasi obiettivo)

Non c’è settimana che non riceva un messaggio o un commento che suona più o meno così:

“Tutto bello e interessante quello di cui parli su CircleNet, ma il problema è che io non ho proprio obiettivi!

E’ una situazione che purtroppo riguarda molte persone (troppe).

Se sei uno di queste, leggi attentamente le prossime parole.

Se non hai ancora una visione per la tua vita, datti un obiettivo: qualsiasi obiettivo.

Ci sarà pure qualcosa che vuoi migliorare nella tua vita, qualcosa che vuoi cambiare?! Trovala e impegnati a raggiungere il tuo obiettivo.

Fare una promessa a te stesso e rispettarla per un tempo sufficientemente lungo da ottenere dei cambiamenti concreti, è uno di quei superpoteri che non solo ti ridarà entusiasmo, ma ti consentirà di realizzare l’inimmaginabile.

Parti in piccolo, magari da obiettivi che puoi realizzare nell’arco di massimo una o due settimane. Quando avrai preso il giusto ritmo, punta più in alto e accetta una sfida.


5. Diventa un analfabeta “informazionale”

Il termine “analfabeta funzionale” è ormai entrato nel linguaggio comune e viene usato (e spesso abusato) sui social. Nel caso in cui non lo sapessi, l’analfabeta funzionale è colui che è in grado di leggere, ma non è in grado di comprendere appieno il significato di ciò che legge.

Ecco, il 5° suggerimento poco ortodosso per tornare ad essere entusiasta della tua vita è quello di diventare un analfabeta… “informazionale“: ovvero una persona che è in grado di informarsi sulle ultime notizie del giorno, ma non lo fa!

Prima di scandalizzarti, concedimi altre due righe di testo.

Hai mai sentito il detto:

“Fa molto più rumore un albero che cade di un’intera foresta che cresce”.

TG, giornali e siti di news online, non forniscono una rappresentazione oggettiva della realtà: questi mezzi di informazione non fanno altro che riportare 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, gli “alberi che cadono“, ovvero quelle notizie che fanno rumore e queste notizie sono spesso notizie drammatiche (omicidi, crisi economiche, atti di violenza, furti, etc.).

Alimentare di continuo la nostra mente con queste informazioni non ci rende più preparati, ci rende solo più spaventati, demotivati e frustrati.

Un’ottima strategia per ritrovare entusiasmo e ottimismo è dunque quella di fare una sana “dieta mediatica“.

Ps. Dieta mediatica non significa azzerare qualsiasi fonte di informazione. No. Avere una sana dieta mediatica significa sbarazzarsi delle informazioni fast-food (news) e arricchire la propria mente con informazioni di approfondimento (libri, saggi, documentari, etc.).

Non sai da dove partire? Prova con questa lista dei 30 libri consigliati da CircleNet.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti